Vai al contenuto principale

 Il "Piano nazionale Lauree Scientifiche" trae origine dal documento della Commissione Europea (Bruxelles, 4/6/2003): "Investire nella Ricerca: un piano d'azione per l'Europa" e rappresentò una delle risposte del governo italiano alle esigenze ivi espresse. L’obiettivo oggi è quello di "mettere a sistema le pratiche migliori e di sperimentare nuove azioni che rafforzino ulteriormente i rapporti tra Scuola e Università, da un lato, e tra Università e mondo del lavoro, dall’altro."

Macro-area Fisica
Nel 2006, il Prof. Paolo Lariccia propose diverse iniziative presso l'allora Dipartimento di Fisica, quali ad esempio: specifici corsi di aggiornamento per i docenti, laboratori didattici di divulgazione della Fisica moderna per gli studenti delle Scuole secondarie.
A partire dal 2014, alle attività del Piano Lauree Scientifiche è stata aggiunta quella mirata a ridurre il tasso di abbandono tra il primo e il secondo anno e, in generale, al miglioramento della didattica nel primo anno dei Corsi di Laurea delle discipline scientifiche.
Le attività dell' edizione 2017 del Piano Laurre Scientifiche dell'area di Fisica, che si basano sull'esperienza dell'anno precedente, sono concepite con tre finalità: autovalutazione degli studenti, orientamento e introduzione al metodo scientifico con i laboratori di fisica moderna, autoformazione e formazione degli insegnanti.

 
foto Aula-Lab PLS Fisica
 

Macro area Geologia

I Corsi di Laurea in Geologia svolgono da molti anni attività di orientamento per gli studenti e di formazione dei docenti delle scuole secondarie, sia presso le strutture dipartimentali, sia attraverso escursioni sul terreno. Con l’ingresso della Geologia all’interno del Piano Lauree Scientifiche nel 2016, le attività di sono intensificate e hanno portato all’organizzazione di un’offerta molto più ampia e organizzata. In particolare, è stata pubblicata una vasta raccolta di materiale informativo sulla geologia ed è stato creato un nuovo laboratorio multidisciplinare: il TerraLab Explorer.

Il TerraLab Explorer ospita studenti e insegnanti delle scuole superiore e studenti universitari per lo sviluppo di esperimenti di laboratorio seguendo l’approccio “learn-by-doing”. Gli esperimenti proposti all’interno del TarraLab Explorer sono la Augmented Reality Sandbox per simulare i processi superficiali terrestri, lo studio della tettonica attraverso le scatole di sabbia, la simulazione di flussi di lava su terreni naturali stampati in 3D, lo studio dell’erosione differenziale delle rocce durante il trasporto del materiale terrestre usando un “rock tumbler”, l’analisi macroscopica e microscopica di rocce, fossili e minerali, e la scansione e la stampa in 3D di oggetti geologici.

Nel TerraLab Explorer gli studenti e gli insegnanti possono effettuare gli esperimenti, estrarre dati, convalidare ipotesi e testare le loro conoscenze. Questo approccio consente di comprendere appieno il significato della Geologia e di partecipare attivamente alla ricerca e all’apprendimento attraverso l’analisi dei dati e le discussioni di gruppo acquisendo familiarità con la pratica scientifica. In questo modo gli studenti delle scuole superiori possono beneficiare delle esperienze interattive proposte nel TerraLab Explorer per valutare su una solida base l’opportunità di iscriversi ai Corsi di Laurea in Geologia.

Maggiori informazioni sulle attività PLS-Geologia possono essere trovate nel sito internet dei Corsi di Laurea in Geologia dell’Università di Perugia: http://geo.unipg.it.

Foto Terralab

Referenti locali del PLS

  • Macroarea di Fisica: Simone Pacetti
    Tel.: 075.585.2751 - Email: simone.pacetti[at]unipg.it
  • Macroarea di Geologia: Diego Perugini
    Tel.: 075.585.2608 - Email: diego.perugini[at]unipg.it

 

 

Vai a inizio pagina
Sommario